Centro islamico

“Stop alla preghiera in via Mascaretti”: il Tar conferma l’ordinanza comunale

2 aprile 2019

Il centro culturale islamico di via Mascaretti, a Piacenza, non è adibito al culto, ragion per cui non si può pregare.
Il Tar di Parma ha respinto il ricorso dello stesso centro culturale contro l’ordinanza di quasi un anno fa (15 maggio 2018) con cui il Comune aveva disposto “l’immediata cessazione dell’utilizzo qual luogo di culto dell’immobile”.
In attesa dell’udienza di merito, l’istanza di sospensiva è stata respinta dai giudici amministrativi secondo i quali non c’è la “lesione religiosa” lamentata dai ricorrenti.

La contesa su via Mascaretti si trascina da almeno tre anni, alimentata dalle cicliche proteste di alcuni residenti del quartiere infastiditi dal continuo via vai anche in ore notturne presso i locali, soprattutto in concomitanza con il mese di preghiera del Ramadan.

Il giudice di pace, a cui il Centro islamico si era inizialmente rivolto, aveva sospeso l’ordinanza, ma dopo una specifica eccezione sollevata dal Comune si era dichiarato in difetto di giurisdizione, ritenendo competente il Tar. Al quale è stato il centro culturale islamico a rivolgersi con un ricorso che ora viene respinto.

TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE