Parlamentari

Bonus partite Iva, tra i “sospettati” c’è anche la piacentina Murelli

11 agosto 2020

C’è anche la deputata piacentina Elena Murelli tra i tre parlamentari leghisti finiti nella bufera, sospettati di aver richiesto il bonus Inps da 600 euro destinato alle partite Iva costrette a non lavorare a causa dell’emergenza Covid.

Dall’interessata, come da tutti gli esponenti del Carroccio piacentino contattati, filtra solo un “no comment”. Ma fin dalle prime ore di lunedì 10 agosto, il suo nome, insieme a quello del collega mantovano Andrea Dara, circola con insistenza nelle chat e negli ambienti leghisti. Questa mattina, 11 agosto, l’indiscrezione è finita su diversi giornali nazionali, dal Corriere a Repubblica fino al Fatto Quotidiano.
Finora dalla Lega nessuna smentita.
Dal Carroccio ha rotto il muro del silenzio il capogruppo alla Camera, Riccardo Molinari: “Come promesso, se qualcuno ha preso un bonus verrà sospeso, anche se quei soldi sono stati dati in beneficenza”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE