Prospettive future

Nel 2021 crescerà la disoccupazione. Rolleri: “Ripresa delle aziende nel secondo semestre”

15 dicembre 2020

“L’economia piacentina ha retto l’urto, pur a fronte di una situazione che resta difficile e con numeri preoccupanti”, sono le parole del presidente di Confindustria Piacenza Francesco Rolleri riferendosi alla situazione delle aziende locali che, nel 2020, hanno dovuto fare i conti con una emergenza sanitaria senza precedenti. Ad analizzare i numeri è stato il Consiglio generale dell’associazione, al cui interno siedono 90 imprenditori piacentini. Un organo fondamentale che ha delineato gli indirizzi relativi alle attività, si è occupato di consuntivare i risultati e gli andamenti dell’economia piacentina del 2020 e ha preso in esame le prospettive per il 2021.

PROSPETTIVE FUTURE – E proprio sul futuro si concentra l’attenzione di Rolleri: “La vaccinazione contro il Covid in Europa è una speranza – spiega – abbiamo di fronte quattro mesi che saranno critici, prima che il vaccino dia i benefici attesi passerà infatti ancora del tempo, ma ci sono tutte le possibilità di avere un bel rimbalzo nel secondo semestre del 2021”.

DISOCCUPAZIONE – I licenziamenti sono bloccati fino al 31 dicembre dopodiché cosa accadrà? “A fronte dei dati che stiamo esaminando – spiega Rolleri – ci attendiamo un incremento della disoccupazione, ma non in termini elevati”.

RIPRESA NEL 2021 – “La tendenza degli ultimi tre mesi è positiva. C’è stata una forte tenuta della nostra economia. Se tutti i tasselli andranno al loro posto, in primis quello sanitario, seguito dai finanziamenti di opere pubbliche, il potenziamento dell’Industria 4.0 e gli aiuti alle aziende, potremo assistere a una importante ripresa, soprattutto negli ultimi sei mesi del prossimo anno”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE