CompraPiacenza, Enrica Gambazza di Cna: “Sostegno al tessuto economico locale”

07 Marzo 2021

C’è soddisfazione anche tra i vertici di Cna per il successo di CompraPiacenza, la vetrina virtuale pensata e realizzata da Libertà e Altrimedia con il supporto di Comune, Camera di Commercio e delle associazioni di categoria – Cna, Confcommercio e Confesercenti – per sostenere l’economia locale. Un progetto partito durante il primo lockdown, quando le chiusure e le restrizioni alla mobilità hanno cominciato a mettere in difficoltà commercianti ed esercenti e le circostanze hanno subito dato corpo all’intenzione di mettere a loro disposizione una piattaforma gratuita per promuovere prodotti e servizi.

“È una opportunità, molto importante per l’economia del nostro territorio –spiega Enrica Gambazza, direttore di Cna Piacenza -. Un progetto assolutamente nuovo che vede una sinergia tra le associazioni nella tutela delle imprese del territorio”.
La semplicità d’uso è uno dei punti di forza di CompraPiacenza, nel quale le imprese possono iscriversi e aggiungere i prodotti al proprio catalogo. “In questo momento di grave emergenza penso che sia utile avere a disposizione un ulteriore canale di vendita, integrativo a quelli tradizionali – aggiunge Gambazza – che consenta di arrivare direttamente nelle case dei piacentini, dialogare con loro e mantenere un contatto anche senza la presenza di un’attività vera e propria”.

Una nuova formula di vendita, gratuita per gli esercenti e senza commissioni per i clienti, i quali possono valutare i prodotti e conoscere meglio il negozio, guardare le offerte, formulare una proposta d’ordine e prendere accordi per il pagamento e la consegna al domicilio o il ritiro in negozio.

“Si tratta di un cambiamento culturale ancor prima che tecnologico – prosegue il direttore di Cna Piacenza – e il mio consiglio è quello di essere aperti alle nuove iniziative. Prevedere nuove forme di vendita in aggiunta alle tradizionali è un processo ineludibile: la realtà ha dimostrato che il digitale sta prendendo sempre più importanza e quindi anche le attività commerciali e il piccolo artigianato devono fare i conti con questo cambiamento”.

Un nuovo paradigma del rapporto tra commerciante e clienti, che pur fondandosi sempre sulla fiducia, offre i vantaggi della comunicazione digitale: per i commercianti, che possono sfruttare la vetrina virtuale per raggiungere nuovi mercati; per i clienti che possono fare acquisti e sostenere l’economia del proprio territorio dal divano di casa. Il progetto nasce da una spinta etica che coinvolge tutti, commercianti e clienti. “In questo momento di emergenza è importantissimo sostenere l’economia del territorio, dando valore a tutte le eccellenze e a tutte le attività – conclude il direttore – per contribuire a dare un sostegno concreto al tessuto economico locale”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà