Caritas, due nuovi progetti a sostegno dei piacentini in difficoltà economiche

27 Giugno 2021

Avanti con giudizio e la diligenza del buon padre di famiglia. Due connotati chiave che l’équipe della Caritas diocesana ha ben presente nella gestione dei fondi che i piacentini le hanno affidato. Così, a fronte del milione e 700mila euro di budget dell’alleanza solidale di Insieme Piacenza – creata lo scorso anno da Comune, diocesi, Fondazione Piacenza e Vigevano, Crédit Agricole per affrontare le conseguenze sociali della pandemia -, potrebbero sembrare pochi i soldi spesi fino ad ora: 214.423 euro.

“Dobbiamo tenere conto che il progetto di Insieme Piacenza è triennale – spiega il direttore della Caritas diocesana, Mario Idda – e che stiamo parlando dei fondi spesi per le azioni integrative straordinarie relative alle emergenza nei primi due quadrimestri del primo anno”.

Nei prossimi mesi Insieme Piacenza dovrà affrontare due progetti fondamentali. Il primo luglio viene inaugurata la nuova struttura di accoglienza a bassa soglia – “il nido” – di via Grondana. Nelle prime settimane del prossimo autunno toccherà poi alla casa accoglienza per lavoratori precari dedicata a don Paolo Camminati nella vecchia canonica di Nostra Signora di Lourdes.

“Abbiamo assistito a un aumento degli utenti in questo primo anno di pandemia ma non sappiamo che cosa accadrà nei prossimi mesi. L’emergenza potrebbe esplodere in maniera esponenziale ma anche rientrare. Noi dobbiamo essere pronti ad ogni scenario”.

Liberta per Piacenza. A Insieme Piacenza partecipa la raccolta fondi indetta da Libertà (38mila euro). Oltre alle emergenze vengono aiutati anche gli Hospice.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà