Dal concerto del 30 maggio alla Filo 1.200 euro alla raccolta pro-Ucraina

14 Luglio 2022

Lo scorso 30 maggio ha deliziato le orecchie e ristorato l’anima del pubblico accorso al Teatro Filodrammatici. Oggi dona un aiuto concreto a chi sta fuggendo dalla guerra, lasciando dietro di sé la propria casa, i propri sogni e in alcuni casi la propria vita.

Il concerto organizzato dall’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita continua a farsi sentire e apprezzare, in questo caso con una preziosa donazione di 1.200 euro che andrà a rimpinguare la raccolta fondi a favore della popolazione e dei profughi ucraini, promossa da Editoriale Libertà e Anpas.
Una serata, quella andata in scena la scorsa primavera, all’insegna della grande musica e della solidarietà, nella quale si erano esibiti artisti di caratura mondiale: il baritono Vladimir Stoyanov, la soprano Svitlana Kalinichenko e il tenore Luca Bodini, accompagnati dai cantanti dell’Accademia di canto lirico di Nadya Petrenko. Durante il concerto si era fatto applaudire anche il coro Ponchielli-Vertova di Cremona, con Patrizia Bernelich maestro e pianista.

Ieri mattina nel Museo della stampa di Libertà il presidente dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita, Stefano Pareti, ha consegnato la donazione – rappresentata simbolicamente da un assegno gigante – al vicepresidente di Editoriale Libertà e presidente della Pubblica Assistenza Croce Bianca, Alessandro Miglioli, e al numero uno di Anpas Paolo Rebecchi. Insieme a loro anche Diego Maj, direttore artistico di Teatro Gioco Vita.

“Lo scopo del concerto – ha spiegato Pareti al momento della consegna dell’assegno – era quello di sostenere il popolo ucraino, che da quasi cinque mesi si ritrova a combattere per la propria libertà. L’ingresso era a offerta libera e devo dire che anche in questo caso i piacentini si sono dimostrati estremamente sensibili e generosi”.

“Iniziative come questa – ha aggiunto Miglioli – fanno bene al cuore ma soprattutto a tutti coloro che sentono i bisogni degli altri, facendoli propri e aiutando chi ne ha necessità. Libertà, già da tempo, ha imboccato questa strada, che intende proseguire il più possibile”.

“Un grande grazie va dato all’Associazione Amici di Teatro Gioco Vita – quindi concluso Rebecchi – per questa magnifica iniziativa. Naturalmente, la nostra attività prosegue e a breve presenteremo una nuova area di stoccaggio in città. C’è sempre un grande impegno da parte di tutti i volontari Anpas, il cui contributo rimane fondamentale”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà