“Mi offro per l’adozione del cane Ector”: un piacentino scrive al sindaco Tarasconi

20 Luglio 2022

“Signor sindaco, appresa la notizia della volontà di demansionare l’unità cinofila della polizia locale, sarei lieto di prendere contatto per valutare l’adozione del cane Ector, con una tempistica adeguata per organizzare la mia quotidianità. Resto a disposizione per altre informazioni”. Così Gian Pietro Taina, 77 anni, si fa avanti per diventare il nuovo padrone del pastore tedesco antidroga acquistato dalla precedente amministrazione di centrodestra, in forza alle pattuglie nei controlli su spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Taina vorrebbe “approfondire questa possibilità”, per capire “se è fattibile nella mia vita” e “se è una situazione adatta al quattrozampe”, spiega l’uomo.

Quella del cane Ector è una vicenda ancora in corso di definizione. Per adesso, Tarasconi si è limitata a dichiarare che “probabilmente l’animale sarà dato in adozione, perché non è in grado di svolgere il proprio compito e, quindi, non deve gravare sulla collettività”, come riportato in un’intervista rilasciata a Libertà e Telelibertà. Un annuncio che, neanche a dirlo, ha scatenato le reazioni dei social network.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà