Comuni “Gioielli d’Italia”: premiato Castellarquato per storia e paesaggi

12 Febbraio 2013


Sono ventuno i comuni ‘Gioielli d’Italia’ premiati, in questa prima edizione del concorso che porta questo nome, perché hanno preservato le caratteristiche naturali e storiche che li contraddistinguono. Oggi il ministro per gli Affari regionali, il turismo e lo sport, Piero Gnudi, ha consegnato ai sindaci dei 21 comuni vincitori la targa celebrativa dell’evento. Presenti alla manifestazione, oltre ai primi cittadini, il maestro Ermanno Olmi, che ha presieduto il Comitato di valutazione, Claudio Ricci, in rappresentanza dell’Anci, Il presidente del Touring Franco Iseppi, il presidente dell’Enit, Pierluigi Celli e il direttore dell’Enit, Andrea Babbi. Tra i comuni premiati c’è anche Castellarquato per la sua storia e i paesaggi incontaminati. Il concorso ha visto la partecipazione di circa 350 comuni concorrenti; quelli premiati hanno tutti una popolazione inferiore ai 15mila abitanti. Oltre a potersi fregiare del premio e a poter usare il marchio ‘Gioiello d’Italia, questi comuni godranno di una particolare attenzione da parte dell’Enit: l’Agenzia nazionale del turismo avvierà infatti una campagna di promozione che sarà appositamente studiata e realizzata per loro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà