Cortemaggiore, aria di smobilitazione alla Saipem: “Nessuno perderà il posto”

17 Febbraio 2016

saipem cortemaggiore

Nessun dipendente della sede Saipem di Cortemaggiore perderà il proprio posto di lavoro; con i sei lavoratori a tempo indeterminato, sarà inoltre stabilizzato anche l’unico lavoratore con contratto a tempo determinato.

E’ quanto emerge dal comunicato congiunto delle sigle sindacali FILCTEM CGIL – FEMCA CISL – UILTEC UIL, susseguente all’incontro registratosi ieri nella sede di Confindustria alla presenza dei vertici Saipem.

Stando a quanto riportato dai sindacati però, anche a causa delle delocalizzazione dell’azienda in Croazia e Romania, il sito di Cortemaggiore è destinato a perdere il ruolo chiave degli anni scorsi durante i quali, tra trasfertisti, off-shore e somministrati, ruotavano sul paese magiostrino almeno un centinaio di persone. “Il rammarico – si legge – è relativo al fatto che, privilegiando siti esteri, il ritorno di commesse favorevoli a Cortemaggiore non garantiscono la ripresa dell’attività vista la smobilitazione. L’auspicio è quello di un impegno di tutti gli attori sociali del territorio per la ripresa”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà