Don Alphonse reduce dagli Europei: “Calcio lingua universale”

08 Marzo 2017

Vernasca terra di calciatori, non solo Arnaldo Franzini, allenatore del Piacenza e Davide Bertoncini, difensore in forza al Matera ma anche Alphonse Lukoki, ovvero il parroco che guida la chiesa del paese dal 2012. La passione di don Alphonse per il calcio è nata fin da piccolo nel suo paese natale, il Congo, e lo ha accompagnato per tutta la vita fino ad arrivare a far parte della Nazionale italiana dei sacerdoti che pochi giorni fa era impegnata in Croazia nel campionato europeo. Gli azzurri si sono classificati ottavi, a trionfare è stato il Portogallo. “Loro hanno sacerdoti giovani che giocano a pallone – spiega don Alphonse – noi invece parliamo tanto ma giochiamo poco purtroppo”. Il parroco arrivato dal cuore dell’Africa indossa con fierezza la tuta della Nazionale e palleggia ai giardini Margherita con maestria nonostante la palla sgonfia. “Noi sacerdoti abbiamo giocato un torneo anche in Palestina, questo è un segnale che il calcio unisce e parla un linguaggio universale”. Don Alphonse tifa Juventus e il calciatore al quale si ispira è Alessandro Del Piero, “un campione nello sport e nella vita”.

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà