Ciclismo su pista

E’ finito il conto alla rovescia: alle 20.00 scatta la Sei Giorni delle Rose

6 giugno 2019

Il conto alla rovescia è terminato, con una nuova, intensa, spettacolare settimana di gare che bussa alla porta, pronta a regalare serate di grande ciclismo, spettacoli e divertimento. Questa sera, 6 giugno,prenderà il via la ventiduesima edizione della Sei Giorni delle Rose Internazionale di Fiorenzuola, in programma fino a martedì 11 giugno. I numeri del 2019 parlano di 140 iscritti provenienti da 19 nazioni, con la manifestazione, la più importante di ciclismo su pista in Italia, che alterna la tradizionale (e tanto amata) gara a coppie della Sei Giorni a quelle di classe 1 UCI. L’ingresso al velodromo Attilio Pavesi di Fiorenzuola, teatro della manifestazione, è sempre gratuito e la novità di quest’anno è l’eccezione del programma di domenica, anticipato al pomeriggio (dalle 16) per non coincidere di sera (tradizionale fascia oraria della Sei Giorni) con l’evento nella vicina Castell’Arquato dedicato al celebre compositore Luigi Illica.

Anche quest’anno, comunque, campioni e campionesse di tutto il mondo si sfideranno nelle prove di classe 1 UCI (l’Unione ciclistica internazionale), che assegnano punti per il ranking UCI al quale dipende la partecipazione a Mondiali e Olimpiadi. Le gare in programma sono Americana, Corsa a punti, Omnium e Scratch per la categoria Uomini Elite, Corsa a punti, Americana, Scratch e Omnium per le Donne Elite e Inseguimento individuale per Under 23 (maschili e femminili). I partecipanti alla gara a coppie della Sei Giorni delle Rose, invece, si cimenteranno principalmente in Giro Lanciato e Americana, affrontando sporadicamente anche Scratch ed Eliminazione. Molti seigiornisti parteciperanno anche alle gare di classe 1 UCI. I vincitori della Sei Giorni 2018, gli azzurri Francesco Lamon e Liam Bertazzo (campioni europei in carica nell’Inseguimento a squadre) sono tra i favoriti per la gara a coppie, così come i neozelandesi Campbell Stewart (iridato in carica nell’Omnium) e Aaron Gate, già oro mondiale nella stessa specialità.

Tra le donne, invece, per la prima volta correrà a Fiorenzuola la fuoriclasse britannica Laura Trott, con Katie Archibald ed Elinor Barker ad aumentare ulteriormente il tasso di qualità della nazione. Dalla Polonia arriverà Katarzyna Pawlowska, mentre sarà una parata di stelle azzurre con Letizia Paternoster, Rachele Barbieri, Elisa Balsamo e tante altre. Menzione d’onore per la piacentina (in gara con l’Italia) Silvia Zanardi.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Sport Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE