Da Sergio Rubini a Gioele Dix: volti noti per l’edizione 2021 del Festival di Teatro Antico

02 Luglio 2021

Musica, bellezza e ironia: l’edizione 2021 del Festival di Teatro Antico diretto artisticamente da Paola Pedrazzini, pronta ad andare in scena a partire dalla seconda metà di luglio nell’incanto dell’area archeologica di Veleia, sarà più affascinante che mai. Dopo la forzata sospensione del 2020, il cartellone è davvero d’eccezione e composto da appuntamenti creati in esclusiva per Veleia.

Graditissimi ritorni (da Nicola Piovani a Gioele Dix), linguaggi eterogenei che si contaminano per far dialogare, nell’antico foro romano, teatro, musica, mito e poesia. Il festival si aprirà domenica 18 luglio alle 21.30 con “Ristrutturazione” di Sergio Rubini, per poi proseguire martedì 20 luglio, sempre alle 21.30, con “Note a margine – il mito della musica” di Nicola Piovani.

Mercoledì 21 luglio alle 21.30 toccherà a Mario Perrotta e Massimo Recalcati in “Eredità – contrappunti sul figlio”. Gioele Dix si prenderà la scena domenica 25 luglio, alle 21.30, con lo spettacolo “Vorrei essere figlio di un uomo felice”, mentre Paolo Rossi si esibirà in “Stand up Omero – tutta l’Odissea in 60 minuti” mercoledì 28 luglio alle 21.30. Lunedì 2 agosto il pubblico potrà applaudire Laura Morante e le sue “Memorie”, mentre chiuderà la kermesse il Teatro del Lemming con due serate (giovedì 5 e venerdì 6 agosto a partire dalle 20.45).

Info sui biglietti www.veleiateatro.com.

La conferenza stampa di presentazione del Festival si è tenuta oggi, 2 luglio, al salone d’onore di Palazzo Rota Pisaroni. Presenti, oltre a Paola Pedrazzini, anche Roberto Reggi, presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Antonio Vincini, sindaco di Lugagnano e Alessandra Gatti, assessore alla cultura del Comune di Lugagnano.

IL PROGRAMMA COMPLETO

© Copyright 2021 Editoriale Libertà