Piacenza

Alluvione, De Micheli: “Al via l’iter del decreto. Agevolazioni già in vigore”

8 ottobre 2015

paola de micheli

“Approda in Commissione Bilancio del Parlamento il Decreto che contiene l’alleggerimento del Patto di Stabilità per i Comuni colpiti dall’alluvione: è l’inizio del percorso di conversione in legge delle misure già in vigore, per consentire agli enti locali di spendere risorse per la messa in sicurezza dei fiumi e per le altre opere di massima urgenza”. Lo afferma il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli, delegata a seguire l’iter del decreto 154/2015, per conto del Ministero dell’Economia, seguendo da vicino le azioni a sostegno delle comunità alluvionate di Piacenza e Parma.

“Dopo la pubblicazione del Decreto, che contiene all’articolo 3 la norma che libera il patto di stabilità per i comuni e le province Piacenza e Parma – precisa – nel pomeriggio di oggi, 8 ottobre, il provvedimento è stato incardinato in Commissione Bilancio. Inizia così la conversione in legge del Decreto, che ovviamente è già in vigore per le Province e per i Comuni interessati. Le norme in approvazione definitiva sono state studiate per consentire un alleggerimento degli obiettivi di patto finalizzati alle prime opere dopo l’alluvione del 14 settembre”.

“Ricordo che il Decreto si aggiunge – conclude – alla delibera del Consiglio dei Ministri sulla concessione dello Stato di Emergenza, allo stanziamento di 10 milioni da parte del Governo, che si sommano ai 5 milioni della Regione. Queste sono le misure della prima fase emergenziale. Per quanto riguarda gli interventi relativi al ristoro dei danni privati, delle strade e delle opere pubbliche dell’alluvione, quindi la cosiddetta ‘fase due’, nella Legge di Stabilità stiamo definendo le norme e le modalità di risarcimento, avviando una vera e propria riforma, come ha ricordato il premier Matteo Renzi durante la sua visita in prefettura a Piacenza”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Economia e Politica Piacenza Provincia Val Nure Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE