Elezioni 2018

Alta Val Tidone, corsa a tre per la poltrona di sindaco: Albertini, Cassi, Ridella

12 maggio 2018

Sono tre i candidati in corsa per le elezioni che il prossimo 10 giugno decreteranno chi sarà il nuovo sindaco di Alta Val Tidone: Franco Albertini, Daniele Cassi e Augusto Ridella.

Franco Albertini, già sindaco di Pecorara per 14 anni prima di decadere per effetto della fusione, si presenta con la lista civica “Radici e Futuro” sostenuta da Fratelli d’Italia. “La scelta del nome della lista – spiega il candidato – ha un significato preciso che si ricollega alla fusione tra gli ex comuni di Caminata, Pecorara e Nibbiano che hanno dato vita ad Alta Val Tidone. Il nome – prosegue Albertini – vuole richiamare al fatto che le radici di ognuno di noi e di ogni ex comune non si dimenticano. Adesso però occorre guardare avanti avendo ben presente quali sono la storia e l’identità di ciascuno. I temi che metteremo al centro – dice – saranno sicuramente l’attenzione al sociale, ai giovani, alla promozione economica e turistica del nuovo comune, insieme anche alla riqualificazione dei centri abitati e l’attenzione alla parte bassa del comune, dove abita il maggior numero di abitanti, senza ovviamente dimenticare la parte alta”.

Daniele Cassi, 46enne, bancario originario di Nibbiano e residente a Pianello, non ha precedenti esperienze amministrative, e si presenta con la lista “Insieme per Alta Val Tidone” sostenuta da Forza Italia e Lega. Tra le priorità inserite nel suo programma ci sono le scuole, con particolare attenzione a tutti i plessi presenti sul territorio e alle loro attività. “Un occhio di riguardo – dicono i suoi sostenitori – verrà dato al trasporto scolastico e al suo potenziamento su tutto il territorio comunale, così come alla viabilità perché tutta la rete stradale che attraversa Alta Val Tidone sia, o torni ad essere, completamente percorribile anche nelle zone dove è stata fatta meno manutenzione”. E poi l’implementazione dei servizi alla persona, soprattutto gli anziani che sono una parte considerevole della popolazione locale, e il rilancio economico di Alta Val Tidone, attraverso il sostegno alle attività produttive locali.

Augusto Ridella, 66enne, residente a Piacenza ma originario di Pecorara, si presenta con la lista “Tidone non ti lascio”. Ha presentato la sua candidatura quasi a sorpresa e dice di non aver nessun sostegno politico. Per questo motivo ci tiene a sottolineare che la sua è una lista, ancora prima che civica, “civile”. Ridella spiega di essersi proposto e di aver raccolto attorno a sé persone in grado di condividere le sue idee circa lo sviluppo del nuovo comune. Tra le priorità c’è a conservazione della bellezza paesaggistica e ambientale del territorio. Europeista di lungo corso, Ridella guida il Movimento Federalista Europeo di Piacenza e promette di improntare la sua azione amministrativa in un’ottica europea. Tra le sue prime azioni in caso di vittoria ci sarà l’istituzione di una commissione in grado di sottoporre all’Unione Europea proposte per il finanziamento di progetti per il comune e la Valtidone.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE