Il pane piacentino in “Un mare di sapori”

20 settembre 2012

Per due giorni l’ambiente marino tornerà a Piacenza. Come milioni di anni fa, quando il mare copriva l’intera Emilia-Romagna e solo alcune aree, chiamate terramare, restavano lambite dall’acqua, le stesse che hanno dato il nome ad un’era geologica del periodo pliocenico, il Piacenziano, sabato 22 e domenica 23 settembre alla Faggiola, andrà in scena “Un mare di Sapori 2012”; la manifestazione itinerante che l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna organizza lungo le spiagge e le città della riviera per promuovere le proprie eccellenze enogastronomiche.

In questo contesto non poteva mancare il pane, prodotto simbolo della dieta mediterranea e che a Piacenza ha trovato la massima espressione in un progetto di filiera, realizzato grazie alla sinergia tra le maggiori organizzazioni del territorio: il pane interamente piacentino sarà quindi presente sotto ai colori gialli di Coldiretti e della Bottega di Campagna Amica.

“In un fine settimana così ricco di iniziative culinarie e ludiche, sottolinea il presidente di Coldiretti Piacenza Luigi Bisi, non poteva mancare il pane piacentino, frutto di un lavoro di squadra, ma soprattutto simbolo della valorizzazione di ogni anello della filiera. Per questo riteniamo fondamentale che si comprenda l’importanza di valorizzare il grano, senza il quale il pane non può esistere; perché in ogni occasione, in ogni momento della nostra vita alla base c’è la professionalità degli agricoltori, che unita alla capacità di grandi maestri di cucina, come i ragazzi dell’Istituto Alberghiero dà vita ad un matrimonio perfetto”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE