Piacenza

Spaccio, estorsione e ricettazione: arrestato 17enne

29 settembre 2012

“Dammi tutto l’oro che hai in casa”. Un 17enne con minacce continue si è fatto consegnare in qualche mese monili per un valore complessivo di 40 mila euro, soldi con cui si comprava l’hashish che dopo rivendeva. Il tribunale dei Minori di Bologna ha condannato il giovanissimo a due anni e 10 mesi. La sua principale vittima era un 14enne, che viveva sotto l’oppressione costante: “Guarda che faccio sul serio” gli diceva il 17enne mostrandogli per intimidirlo anche due pistole poi rivelatesi una giocattolo e una scacciacani.   “Lascia i cassetti svuotati in disordine” l’ordine che gli impartiva quando gli commissionava i furti e le indagini sono scattate proprio dalle denunce contro ignoti che i familiari del 14enne hanno sporto ai carabinieri. E’ stato il ragazzino, stanco e spaventato dai soprusi anche su facebook, a vuotare il sacco con i militari. Tra le vittime del 17enne anche una sua coetanea, che in cambio dei preziosi di casa riceveva dei tatuaggi; tra i complici, denunciati, un 18enne e un 20enne accusati rispettivamente di estorsione e spaccio in concorso.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery