Piacenza

Nonna Bianca, due telefonate infittiscono il mistero della sua scomparsa

4 ottobre 2012

Due telefonate spuntano nel caso della signora Bianca Baldini, la donna di 87 anni allontanatasi da casa sua a Piacenza sabato 6 agosto del 2011 e da allora scomparsa. Sette giorni dopo la scomparsa, i familiari avevano ricevuto una telefonata anonima che sosteneva di avere informazioni. L’anonimo,  con accento straniero, si era offerto di aiutare i familiari dell’anziana, i quali si erano premurati di informare subito la polizia. Lavorando sui tabulati della Telecom, la squadra mobile è risalita all’intestatario del cellulare da cui era partita la telefonata anonima. Si tratta di un cittadino indiano che all’epoca dei fatti risiedeva a Carpaneto. Lo stesso telefonino, inoltre, è stato utilizzato la mattina del 7 agosto, il giorno seguente la scomparsa di Bianca Baldini, per contattare un altro cittadino indiano che abita nei pressi della zona dove l’anziana donna era stata vista per l’ultima volta, su segnalazione di un edicolante, il quale aveva riferito di aver notato la signora Bianca Baldini alle 6.30 in sella alla sua bici. La donna in bici con un abito bianco e nero era stata inoltre vista da altri, spostarsi da Piacenza lungo la via Emilia Pavese. Gli inquirenti nei prossimi giorni interrogheranno i due indiani, uno dei quali vive ancora a Rottofreno, mentre l’altro, quello di Carpaneto, attualmente abita in Puglia. Dagli inquirenti l’invito a chi sapesse qualcosa su questo caso a chiamare subito il 113.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza