Piacenza

Ereditò il “giro” di spaccio dal suocero, condannato a 2 anni e 8 mesi

6 novembre 2012

La droga sequestrata al cittadino dominicano

Due anni e otto mesi di carcere. È la condanna che il giudice del tribunale di Piacenza Adele Savastano ha comminato al cittadino dominicano arrestato dalla squadra Mobile della polizia con 83 grammi di cocaina. Si tratta di un uomo di 33 anni, residente in provincia di Piacenza, regolare, operaio, senza precedenti, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. La squadra Mobile della polizia lo aveva sorpreso con circa un etto di droga di purezza molto elevata, che gli avrebbe fruttato trentamila euro nella vendita. L’uomo spacciava in alcuni locali notturni e bar di città e provincia frequentati da suoi connazionali. Secondo gli investigatori, si trattava di un fornitore di secondo livello, che cedeva lo stupefacente agli spacciatori che poi avevano l’incarico di smerciarla al dettaglio.
Suo suocero era stato arrestato per spaccio nel settembre 2011 a Santimento, probabilmente il genero ne aveva ereditato l’attività illecita. In un anno, la polizia ha arrestato già sei dominicani per reati legati allo smercio di droga.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE