Sacconi: “Rivedere il rapporto tra fondazioni e banche”

01 Febbraio 2013

20130201-215912.jpg

L’ex ministro del lavoro del governo Berlusconi, Maurizio Sacconi, ha inaugurato questa sera in Sant’ Ilario, la campagna elettorale del Popolo della Libertà a Piacenza che vede il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi e quello di Caorso Fabio Callori correre rispettivamente per la Camera e per il Senato. Ai microfoni di Telelibertà, Sacconi, ha indicato il Partito democratico come il nemico numero uno da battere: “La sinistra di Bersani e Vendola porterà l’Italia, se vittoriosa alle elezioni di febbraio, ad una deriva economica, sociale e civile. Noi siamo favorevoli alle unioni civili tra omosessuali, ma non appoggiamo il matrimonio gay che minerebbe la sacralità della famiglia”. Interrogato sulla vicenda Monte Paschi, l’ ex ministro ha ribadito l’ urgenza di rivedere i rapporti tra fondazioni e banche. Per finire Sacconi ha criticato la riforma del lavoro della Fornero definendo la parte sulle assunzioni “rigida e poco elastica”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà