Atersir: a Piacenza il presidio per l’Emilia occidentale. “Una vittoria di squadra”

20 Febbraio 2013

20130220-150959.jpg

Il presidente della Provincia e il sindaco di Piacenza hanno annunciato con soddisfazione il raggiungimento dell’obiettivo di mantenere a Piacenza il presidio territoriale di Atersir come punto di riferimento anche per Parma e Reggio Emilia. Il presidente Massimo Trespidi ha sottolineato che si tratta di un traguardo importante: “Consente di avere a Piacenza non solo la struttura organizzativa ma anche una testa operativa. Un risultato raggiunto grazie all’importante gioco di squadra che tutti i sindaci della provincia hanno garantito. La nostra determinazione ha convinto anche Parma che fosse la soluzione migliore”. La dislocazione regionale sarà così suddivisa: Piacenza, Bologna e Forlì. Atersir (Agenzia Territoriale per i Servizi Idrico e Rifiuti) si prepara ad affrontare problematiche complesse relative al servizio idrico e i rifiuti. Per Trespidi la prossima battaglia da vincere sarà quella di mantenere a Piacenza la sede del 118. Secondo il sindaco Paolo Dosi: “Uno dei motivi di preoccupazione era che il lavoro svolto da Ato in questi anni poteva subire un indebolimento con la nascita di Atersir ma con la decisione di oggi si tampona la situazione. Mantenere il presidio era di particolare valore per i sindaci che hanno sempre partecipato compatti al percorso di costruzione delle politiche delle gestione dei rifiuti e del sistema idrico”. Trespidi conclude: “Abbiamo aperto un contenzioso con Iren che potrebbe risolversi in una causa penale da parte di Comune e Provincia per 18 milioni di euro di mancati investimenti della società sul territorio piacentino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà