Il giudice: “Il professore non insegni più”, ma lui annuncia appello

28 Febbraio 2013

Interdizione da qualunque incarico in scuole di ogni ordine e grado e da ogni ufficio e servizio in istituzioni frequentate prevalentemente da minori. E’ la pena accessoria decisa dal giudice per l’udienza preliminare Gianandrea Bussi nei confronti del professore condannato nei giorni scorsi a tre anni per il rapporto con una studentessa minorenne. Nella stessa sentenza il giudice aveva assolto l’imputato dal capo di imputazione di tentativo di atti sessuali con un’altra minorenne. «Quella dell’interdizione è una conseguenza automatica della sentenza» ha spiegato ieri l’avvocato Paolo Veneziani che assiste l’insegnante. «E – ha aggiunto – farà parte dell’impugnazione della sentenza quando avremo letto le motivazioni della stessa». Nella sentenza del giudice per l’udienza preliminare oltre al provvedimento accessorio dell’interdizione dall’insegnamento, viene disposto il dissequestro di tutte le apparecchiature informatiche che erano state bloccate dalla polizia nel corso delle indagini.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà