Agenti arrestati, tutti i nomi delle persone in manette

19 Aprile 2013

20130418-221709.jpg

Sono terminati nel primo pomeriggio gli interrogatori di garanzia dei sei poliziotti finiti al centro dell’indagine su spaccio di stupefacenti e favoreggiamento della prostituzione, condotta dalla procura di Piacenza.
Nella giornata di ieri erano stati ascoltati quattro poliziotti mentre questa mattina, in un colloquio durato circa tre ore, il giudice per le indagini preliminari Giuseppe Bersani e il pubblico ministero Michela Versini hanno raccolto la posizione dell’agente Paolo Cattivelli, difeso dall’avvocato Vittorio Antonini: “Il mio assistito ha contestato tutti gli episodi e dichiarato la propria estraneità ai fatti, dichiarando di non essere al corrente di quanto stava avvenendo ma di essersi attenuto alle direttive dei propri superiori”. L’agente deve rispondere delle accuse di detenzione, trasporto e acquisto di droga ai fini di spaccio, favoreggiamento della prostituzione, istigazione alla corruzione e falso.

Al momento non è stato possibile prendere contatto con legale dell’ispettore superiore Claudio Anastasio, anch’egli interrogato questa mattina. Tutti gli avvocati hanno presentato la richiesta di revoca della detenzione in carcere: il giudice e il pubblico ministero si sono riservati di valutare la decisione che dovrà essere comunicata entro mercoledì prossimo. Nel frattempo proseguono le perquisizioni e gli accertamenti dei carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza che stanno raccogliendo importanti elementi che saranno sottoposti all’attenzione della magistratura.

NOTIZIA DELLE 7 – Nuova giornata di interrogatori di garanzia, quella odierna, nell’ambito della maxi-inchiesta dei carabinieri di Piacenza su spaccio di cocaina e favoreggiamento della prostituzione, nella quale sono finiti in carcere anche sei poliziotti. Gli agenti in manette sono Paolo Bozzini, Luca Fornasari, Luciano Pellilli, Enrico Milanesi, Paolo Cattivelli e Claudio Anastasio.
Gli altri arrestati sono l’ispettore della penitenziaria Paolo Martino, Giorgio Cavaciuti (pensionato, considerato uno dei perni dello spaccio a Piacenza), Cortes Eridania (dominicana), Gustavo Cortez (ecuadoriano), Alexi Mercedes Kelly (dominicano) e Mercedes de Los Santos (dominicana). I reati contestati a vario titolo dalla Procura di Piacenza che sta coordinando le indagini vanno da detenzione, acquisto e trasporto di droga ai fini di spaccio, al favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione, fino al falso.
Proprio a Cavaciuti i militari hanno trovato in casa un piccolo tesoretto fatto di denaro e preziosi, oltre a droga e una pistola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà