Piacenza

Gioco d’azzardo, 10 nuovi malati al mese
Federconsumatori: un caso alla settimana

6 giugno 2013

I piacentini malati di gioco d’azzardo patologico hanno raggiunto per numero gli alcolisti. E non è un caso che l’allarme si sia alzato ieri anche dal palco della festa dei carabinieri.
Al Sert di Cortemaggiore il dottor Maurizio Avanzi e la sua equipe hanno in cura oltre 100 persone, le richieste di aiuto viaggiano al ritmo di dieci nuovi casi al mese.
Non sono meno le persone che si rivolgono alla Federconcumatori per chiedere un aiuto: spesso non hanno i soldi per pagare le bollette e non sanno come fare. Ma quasi sempre vogliono un consiglio su come liberarsi dal cappio delle finanziarie a cui hanno chiesto un prestito che non sanno come restituire, perché tutti i soldi sono finiti in un attimo dentro a un videopoker.
Gli uffici della Federconsumatori, in particolare l’assistenza legale, trattano almeno un nuovo caso a settimana.
“Persone che ci domandano come possono uscire da contratti che, è bene ricordarlo, sono formalmente regolari – afferma l’avvocato Wally Salvagnini – ma che hanno sottoscritto spesso in condizioni psico-fisiche molto particolari: quella per il gioco d’azzardo è una vera e propria malattia e, anche se non è semplice, cerchiamo di dimostrare che chi si è indebitato lo ha fatto in un momento in cui non era in pieno possesso delle sue facoltà. Tra l’altro in molte occasioni mettendo firme false di parenti o amici, i quali a loro volta di trovano invischiati in queste vicende”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE