Provincia

Il Velodromo di Fiorenzuola pronto per la prima gara. Record di iscritti per “Pavesi”

8 giugno 2013

Sono passati 84 anni dalla prima gara del velodromo di Fiorenzuola e in quel giorno un diciannovenne di Caorso, correva sulla pista in terra battuta per onorare l’inaugurazione del velodromo. Tre anni dopo vinse le Olimpiadi a Los Angeles (primo Italiano a vincere le Olimpiadi in linea su strada). Si chiamava Attilio Pavesi e nel 2008, mentre era ancora in vita, su proposta del direttore di Libertà, Gaetano Rizzuto, il Comune di Fiorenzuola, con alla testa il Sindaco, Giovanni Compiani gli ha intitolato il velodromo.

Martedì la prima gara lo ricorderà e ci sarà una partecipazione straordinaria. Oltre centosessanta atleti nelle cinque categorie previste, dagli esordienti (13.14 anni) agli allievi (15.16 anni) a juniores e élite (17 anni e superiori). Maschi e femmine si contenderanno le cinque prove omnium, pomeriggio per i giovani dalle ore 15, alla sera tra le 19 e le 22 per gli Elite.

Grande soddisfazione per gli organizzatori per i quali sarà un test in vista delle gare internazionali a cui sono arrivate iscrizioni da trenta nazioni. Un record assoluto di internazionalità e di campioni. Appuntamento dunque a martedì 11 giugno per una “prima” speciale con un pieno di gioventù a ricordo del passato e con lo sguardo nel futuro. Il Velodromo di Fiorenzuola è pronto. Ad organizzare sarà ASD Florentia con gli amici della Sei Giorni delle Rose (in programma dal 25 al 30 luglio).

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE