“Il Ferrhotel non è più sicuro”. In arrivo lo sgombero per i profughi

19 Giugno 2013

L’attuale ingresso del Ferrhotel

Torna a soffiare aria di sgombero sugli stranieri che ancora vivono al Ferrhotel della stazione. Il Comitato per l’ordine e la sicurezza che si è riunito questa mattina sotto il coordinamento del prefetto Antonino Puglisi ha stabilito all’unanimità che “il Ferrhotel non è attualmente in condizione di ospitare nessuno”. Quindi la ventina di profughi che ancora occupa le stanze dell’albergo dovrà presto andarsene.

E qui iniziano i problemi, visto che gli stranieri, giunti a Piacenza nel 2011 in fuga dalle rivoluzioni del Nord Africa, non hanno alcuna intenzione di abbandonare la struttura che per 18 mesi li ha accolti. L’emergenza sostenuta e finanziata dal governo è scaduta il 28 febbraio, molti dei cento africani che erano ospitati nel nostro territorio hanno preso i 500 euro di incentivo governativo e se ne sono andati oppure hanno preso casa in affitto. Ma un gruppetto che non trova lavoro e non ha soldi continua a occupare il Ferrhotel, che non è più custodito da nessuno e dove possono contare solo sull’acqua fredda. Asl e vigili del fuoco hanno effettuato una serie di sopralluoghi e hanno stabilito che in queste condizioni non ci sono i requisiti minimi di sicurezza per lasciare che i profughi ci vivano dentro. Quindi devono andarsene. Presto l’invito sarà comunicato loro a voce. Se non lo ascolteranno, lo sgombero delle forze dell’ordine sarà inevitabile.

I PROPRIETARI: CHIEDIAMO LO SGOMBERO DA SETTIMANE – Sul tema interviene la società proprietaria dell’immobile, la napoletana Immobilgest, che fa sapere come il 30 aprile scorso ha prontamente scritto con raccomandata all’ufficio della prefettura di Piacenza e al ministero degli Interni “a seguito della dolosa rottura dei vetri del portone d’ingresso principale, richiedendo lo sgombero degli occupanti e dei non meglio identificati soggetti che continuano ad oggi indisturbati ad introdursi nella struttura. In tutti i modi abbiamo richiesto (e non ancora ottenuto) sia al conduttore sia alle istituzioni responsabili lo sgombero del Ferrhotel”. A quanto pare presto dovrebbe essere accontentata, anche gli occupanti hanno già fatto sapere che non se ne vogliono andare.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà