Incendi boschivi, fase di attenzione.
Calano i volontari della Protezione civile

03 Luglio 2013

Dal primo luglio è scattata la fase di attenzione per gli incendi boschivi. L’assessore provinciale Massimiliano Dosi, insieme ai volontari di Protezione Civile, al Corpo forestale, ai Vigili del fuoco (che garantiranno una squadra interamente dedicata all’incendio boschivo) e alla Prefettura, ha presentato stamattina il nuovo piano di prevenzione attivato dalla Provincia.

Gli incendi nel Piacentino sono calati negli anni ma il nostro territorio presenta la maggior superficie boschiva della regione Emilia-Romagna: 63mila ettari di terreno, dove i più alti rischi si registrano in particolare in alta Valtrebbia. Saranno 53 i volontari impegnati nelle attività di prevenzione dei rischi legati agli incendi boschivi, un numero inferiore rispetto a quelli degli altri anni: la Provincia ha fornito la Protezione civile di una vasca autoportante da 3mila litri, motoseghe, soffiatori, decespugliatori e potatori. I volontari forniranno inoltre il loro aiuto dall’11 al 18 luglio nel Gargano, in Puglia, al centro radar dell’Aeronautica militare “Jaconente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà