Ikea vuole una nuova gara d’appalto dopo le “barricate” dei lavoratori

01 Agosto 2013


Dopo le proteste dei mesi scorsi Ikea ha deciso di indire una gara d’appalto per i servizi di trasporto presso il polo logistico di Piacenza. A fine agosto scade l’attuale contratto con il consorzio Cgs che impiega circa 350 lavoratori. Alcuni dei quali si erano barricati davanti ai cancelli dello stabilimento piacentino per denunciare irregolarità contrattuali, sostenuti dal sindacato autonomo Si Cobas.
DI SEGUITO IL COMUNICATO UFFICIALE DELL’AZIENDA:

“IKEA Italia Distribution ha deciso di avviare, con il supporto della Casa madre, una gara per il contratto di appalto dei servizi di movimentazione delle merci presso il polo logistico di Piacenza, con l’obiettivo di monitorare il mercato e garantire che IKEA utilizzi i fornitori migliori. Ad oggi i servizi logistici sono appaltati, con contratti stipulati nel 2005, alle cooperative Cristall, San Martino ed Euroservizi facenti parte del Consorzio CGS. La gara per l’appalto dei servizi di movimentazione merci (per i quali IKEA continuerà ad applicare le tariffe prefettizie, in ossequio a quanto stabilito dalla Direzione Territoriale del Lavoro di Piacenza) nasce dall’esigenza della Casa Madre di individuare, in ogni mercato in cui opera, i partner migliori in termini di competenza, managerialità ed esperienza nel settore logistico.

Saranno invitate alla gara cooperative con esperienza nel settore logistico, oltre al Consorzio CGS, con cui si è sviluppata negli ultimi anni una proficua collaborazione. IKEA farà un primo invito alla gara nei prossimi giorni, mentre le proposte sono attese entro la fine del mese di agosto. Al fine di far conoscere l’attuale organizzazione operativa del polo logistico IKEA è stata prevista la possibilità, per i fornitori, di effettuare delle visite presso i depositi di Piacenza. L’iter decisionale, nel quale sarà coinvolta anche la Casa Madre, dovrebbe poi concludersi entro il mese di settembre. IKEA ha informato i sindacati confederali della gara d’appalto e del proprio impegno, indipendentemente dal risultato della gara, a continuare ad operare per il pieno rispetto di tutti i diritti dei soci lavoratori del Consorzio CGS attualmente in forza presso i depositi di Piacenza.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà