Piacenza

Meno infortuni, ma a Piacenza aumentano le morti sul lavoro

13 ottobre 2013

20131013-131158.jpg

“Nel 2012 le morti sul posto di lavoro sono state 9 rispetto alle 4 del 2011, ma gli infortuni denunciati all’Inail sono stati 5048 contro i 5442 dell’anno precedente”.
È questo il quadro di Piacenza tracciato dal neo dirigente dell’Inail di Piacenza Gianluca Napoletano a margine della 63esima Giornata Nazionale per le vittime del lavoro celebrata stamattina. Di contro peró, come ha evidenziato il presidente dell’Anmil Bruno Galvani, “abbiamo assistito a un aumento significativo delle morti sul luogo di lavoro”.
La manifestazione, partita ieri con la “cancellazione” del monumento di Romagnosi nell’ambito della campagna dell’Anmil ideata da Franco Scepi, é iniziata con il corteo accompagnato dalla banda “Ponchielli” dalla sede dell’associazione fino in piazza Cavalli ed è proseguita con la messa celebrata nella chiesa di San Francesco, la cerimonia di commemorazione alla targa che ricorda i caduti sul lavoro sotto i portici del Gotico e la tavola rotonda svoltasi a Palazzo Galli. Per l’occasione é stato anche consegnato il brevetto ad Adriano Fanzola, mentre sono risultati assenti gli altri premiati con i brevetti Lauretta Granelli (al posto del marito deceduto Vincenzo Malchiodi), Gianluca Tramelli ed Ettore Zucchi.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE