Piacenza

Vittorio Emanuele e Maruffi, revocato il contratto con Dimensione Sociale

15 ottobre 2013

Rottura tra l’Asp di Città di Piacenza e la cooperativa Dimensione sociale che gestisce i 200 lavoratori che operano all’interno degli ospizi Vittorio Emanuele e Maruffi. Il sindaco Paolo Dosi ha annunciato l’avvio dell’iter per la revoca dell’accreditamento: “Abbiamo preso questa decisione d’accordo anche con la Provincia, socia dell’Asp. Crediamo che sia la via migliore per garantire il servizio ai cittadini e tutelare i lavoratori. Voglio chiarire che tutti saranno riassorbiti dal soggetto che subentrerà”.

La situazione era precipitata prima dell’estate, con i soci-lavoratori della coop che avevano denunciato il mancato pagamento degli stipendi. Una situazione di incertezza che si è trascinata per mesi e che tutt’ora non è risolta, tanto da spingere le amministrazioni presenti in Asp a revocare il contratto. Scontato il ricorso di Dimensione sociale, se non avrà esito si partirà subito con la gara di appalto per individuare il nuovo gestore. Se tutto andrà come Palazzo Mercanti spera, il primo gennaio potrebbe partire il nuovo corso.

La questione ha però creato un incidente istituzionale tra Comune e Provincia, dopo che il sindaco Paolo Dosi ha attribuito anche al presidente Massimo Trespidi la condivisione della decisione. Circostanza che quest’ultimo smentisce, costringendo anche a una precisazione l’amministrazione di Palazzo Mercanti.

LA PROVINCIA: “MAI DECISO LA RIMOZIONE DI DIMENSIONE SOCIALE”

LA PRECISAZIONE DEL COMUNE SU ASP-DIMENSIONE SOCIALE

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE