"Città di Piacenza"

Asp compie 10 anni: nel futuro l’ampliamento del “pensionato albergo”

26 ottobre 2019

Dieci anni di Asp. Dieci anni di interventi a favore di anziani, disabili, minori stranieri non accompagnati, donne in difficoltà, psichiatria, carcere, richiedenti asilo e non solo. Dieci anni oscillati fra le difficoltà economiche e l’agognato traguardo del pareggio di bilancio. L’Asp “Città di Piacenza”, l’azienda di servizi alla persona al 94% di proprietà del Comune di Piacenza, ha festeggiato il traguardo. Lo ha fatto con una due-giorni di riflessioni, proiezioni e convegni nell’ex chiesa di Santa Maria della Pace in via Scalabrini (oggi adibita allo spazio teatrale “Open space 360°”).

Moderati dalla direttrice di Asp Cristiana Bocchi e dall’esperto Alessandro Battistella, stamattina, 26 ottobre, gli ex sindaci Roberto Reggi e Paolo Dosi, l’attuale sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri, l’ex presidente del cda dell’ente Leonardo Mazzoli e l’amministratore unico Marco Perini (il cui mandato quinquennale scadrà a breve, in attesa di un successore o della sua riconferma) hanno tracciato i risultati del passato e le sfide del futuro. A partire dal progetto di ampliamento del cosiddetto “pensionato albergo”, ovvero la “ristrutturazione programmata” di un’ala del “Vittorio Emanuele” – ha spiegato Perini – per ospitare i posti destinati alle cure intermedie fra ospedale e strutture socio-assistenziali”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE