Rapinarono un’anziana a Pontenure, condannati due marocchini

17 ottobre 2013

Tre anni e mezzo (più 1.500 euro di multa) e tre anni di reclusione. Queste le pene per i due marocchini ritenuti complici del connazionale già condannato a due anni per avere rapinato un’anziana nel gennaio scorso a Pontenure.
Questa mattina in tribunale si è tenuta l’udienza per i due stranieri che, a differenza del connazionale, non avevano scelto la via del patteggiamento. Il collegio giudicante presieduto da Italo Ghitti ha pronunciato la sentenza poco prima delle 13: la pena più dura è stata comminata all’uomo ritenuto responsabile della intrusione in casa della donna, mentre il secondo è da considerarsi il “palo”.

I carabinieri non credevano ai loro occhi quando hanno effettuato il sopralluogo nell’abitazione dove poco prima una truffa si era trasformata in rapina impropria: i tre finti tecnici telefonici, infatti, avevano colpito al petto la 76enne che aveva capito il raggiro e provava a fermarlo. Gli sconosciuti se n’erano andati con gioielli e monili per circa duemila euro, ma si erano dimenticati una cartellina contenente un quaderno su cui c’era un nome. Una dimenticanza fatale per lo straniero, che aveva messo le indagini sulla strada giusta, portando i carabinieri nel Lodigiano e consentendo di dare un nome ai tre.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE