Novate, maglia nera per l’autolesionismo. Il sindacato Sappe: “Servono agenti”

13 Marzo 2014

Novate

“In Emilia Romagna mancano 600 unità di polizia penitenziaria e a livello nazionale ne mancano 7.000”. A ricordare le carenze di organico sono i sindacalisti del Sappe Giovanni Battista Durante e Francesco Campobasso che ricordano i dati relativi al 2013 in Emilia Romagna. Piacenza, come già segnalato, detiene il triste primato dei gesti di autolesionismo con 235 casi registrati lo scorso anno. In base ai dati complessivi forniti dal Sappe sono stati  811 i gesti di autolesionismo (25 a Ferrara, 79 a Rimini, 72 a Reggio Emilia, 7 a Ravenna, 235 a Piacenza, 102 a Parma, 7 a Forli’, 5 a Castelfranco Emilia, 171 a Bologna, 108 a Modena), 126 tentativi di suicidio (6 a Ferrara, 6 a Rimini, 19 a Reggio Emilia, 1 a Ravenna, 36 a Piacenza, 17 a Parma, 4 a Forli’, 1 a Castelfranco, 10 a Bologna, 26 a Modena), 9 decessi per cause naturali (1 a Ferrara, 4 a Reggio Emilia, 2 a Parma, 1 a Castelfranco, 1 a Bologna), 110 ferimenti, 288 colluttazioni. “Da sottolineare – scrivono i sindacalisti – le 126 vite salvate in carcere dalla polizia penitenziaria, nonostante le gravi carenze di personale di polizia penitenziaria. In Emilia Romagna mancano circa 600 unita”. A livello nazionale mancano 7.000 unita’, ma nonostante cio’  la recente legge di stabilita’ non ha previsto alcuna assunzione straordinaria per la polizia penitenziaria, al contrario di quanto e’ stato correttamente fatto per le altre forze di polizia: 1.000 carabinieri, 1.000 poliziotti e 600 finanzieri”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà