Adulti disabili: l’associazione Bottigelli scende in campo con un contributo

12 Aprile 2014

Assofa (6)

Il progetto Sollievo è stato avviato nel 2009 e finora ha offerto sostegno a una cinquantina di famiglie piacentine con adulti disabili, progettando per quest’ultimi percorsi di socializzazione ed autonomia e, contemporaneamente, concedendo un week end di pausa a chi provvede ogni giorno alle loro cure: l’iniziativa ora può contare sull’aiuto dell’associazione William Bottigelli, che ha deciso d’impegnarsi, senza scadenze, con un contributo annuale di 5mila euro.

“Abbiamo chiesto al Comune d’indirizzarci verso un progetto che necessitava di una maggiore stabilità economica – ha spiegato Alberto Galandini, membro dell’associazione -; siamo felici di dare una mano alla cooperativa Aurora Domus e all’Assofa, garantendo il nostro finanziamento anche negli anni a venire, in un’ottica di continuità”.

Sono una trentina gli adulti disabili, dai 18 ai 65 anni, inseriti nel progetto Sollievo, portato avanti da una quindicina di persone, tra operatori e volontari: “Nel 2014 abbiamo già messo in calendario otto fine settimana, con uscite sul territorio, corsi di cucina o dedicati alla cura del corpo – ha raccontato Arianna Guarnieri, coordinatrice pedagogica di Sollievo -; inoltre stiamo avviando un percorso di autonomia per 12 adulti disabili non gravi, inserendoli in un appartamento messo a disposizione dal comune di Piacenza”. Un esperimento che vorrebbe portare queste persone a una condizione di maggior indipendenza per il futuro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà