Da Dante al satellite Planck: il cosmo spiegato al Gioia

29 Aprile 2014

Gioia e astrofisica (3)-800

È stato un viaggio compiuto attraverso i secoli quello che l’astrofisico Marco Bersanelli ha fatto svolgere agli studenti del liceo Gioia. Nel salone di Palazzo Gotico il professore ordinario di Astronomia e Astrofisica presso il Dipartimento di Fisica e direttore della Scuola Superiore di Dottorato di Ricerca in Fisica, Astrofisica e Fisica Applicata presso l’Università degli Studi di Milano (nonché collaboratore presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Agenzia Spaziale Europea, nonché responsabile della progettazione e sviluppo del Low Frequency Instrument utilizzato dal satellite Planck per la misura del Fondo Cosmico di Microonde) ha incontrato i ragazzi piacentini per spiegare loro l’evoluzione della visione dell’universo a partire dalla cosmologia di Dante per arrivare alle prospettive di ricerca aperte dal satellite Planck.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà