Prostituzione nigeriana, pesanti sconti in Appello per i quattro imputati

29 Aprile 2014

20140429-051210.jpg

Sconti in Corte d’Assise d’Appello a Bologna per i quattro imputati condannati dal Tribunale di Piacenza a pene comprese fra gli otto e i quindici anni nell’ambito di una vicenda di sfruttamento della prostituzione nigeriana e riduzione in schiavitù. Nella sentenza del 28 dicembre 2012 la Corte d’Assise piacentina aveva condannato a pene comprese fra i 15 e gli otto anni tre stranieri e un piacentino. Ora con la nuova pronuncia le pene sono state ridotte per due di un terzo, da 12 a 8 (tra cui l’italiano) e per altre due da 12 a cinque e da 12 a 2. Gli avvocati, alla luce della sentenza d’Appello, le cui motivazioni saranno note tra novanta giorni, hanno annunciato di voler ricorrere anche in Cassazione.
Altri dettagli sul quotidiano Libertà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà