Nuovi scontri all’Ikea. Manifestante ferito e denunciato, contusi due agenti

08 Maggio 2014

Protesta facchini all Ikea (1)-800

Non si fermano le proteste davanti al deposito 2 di Ikea a Le Mose. Questa mattina, nonostante la sospensione dell’attività annunciata dalla multinazionale in seguito agli scontri di ieri, si sono verificate nuove tensioni. Un gruppo di manifestanti ha tentato di bloccare l’uscita dei tir, le forze dell’ordine sono intervenute e il bilancio è di due agenti e un manifestante ferito, nessuno in modo grave. Quest’ultimo però è stato identificato e denunciato dalla polizia per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Intanto sono in corso accertamenti e indagini da parte della Digos di Piacenza finalizzate all’identificazione dei responsabili dei blocchi avvenuti ieri davanti allo stabilimento Ikea di Le Mose. La multinazionale, in seguito alle manifestazioni di protesta, aveva annunciato la sospensione temporanea dell’attività fino a lunedì. Le indagini degli inquirenti sono in corso per identificare i responsabili che rischiano la segnalazione per violenza privata , manifestazione non autorizzata e inottemperanza all’ordine di sciogliere la manifestazione. Si prevedono un numero elevato di denunce e di provvedimenti di divieto di ritorno a Piacenza. Nel tentativo di rimuovere i blocchi un paio di poliziotti sono rimasti contusi e due manifestanti sono stati feriti. I Sì Cobas hanno annunciato una manifestazione pubblica per domenica a Piacenza. Ieri sera il Comune di Piacenza era intervenuto con un comunicato per chiedere la rimozione dei blocchi.

Comunicato stampa Pd

© Copyright 2021 Editoriale Libertà