Minacciava una vedova con biglietti sulla tomba del marito morto

29 Luglio 2014

Cimitero di Piacenza

Uno stalker piacentino di 65 anni, che da due anni aveva preso di mira una settantenne piacentina, appostandosi al cimitero urbano e lasciando settimanalmente diversi biglietti anonimi con messaggi minatori sulla tomba del marito, è stato denunciato dalla polizia municipale di Piacenza. Si è conclusa così la significativa operazione degli agenti della sezione di Polizia giudiziaria del Corpo di polizia municipale, portata avanti sotto la direzione del sostituto procuratore Ornella Chicca.

La donna, nel giugno scorso, aveva denunciato il fatto e grazie a una serie di appostamenti l’autore delle pesanti missive è stato individuato. Si tratta di un lontano parente della vittima, la motivazione non era di carattere passionale: l’uomo agli agenti ha giustificato il gesto spiegando che riteneva la settantenne colpevole di ogni sua disgrazia. “Finisce dunque una disavventura a dir poco spiacevole per questa signora – spiega il Comando di via Rogerio – che, grazie alla denuncia del fatto, ha potuto finalmente ritrovare la propria serenità. Da mesi, infatti, viveva in uno stato di terrore continuo, al punto da non recarsi più sulla tomba del marito se non accompagnata. Sono sempre più in aumento – aggiungono alla polizia municipale – le segnalazioni di reati contro le donne e di atti persecutori in generale”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà