Ferisce un marocchino con una bottiglia rotta, arresto convalidato

4 settembre 2014

tribunale

“Non volevo uccidere! Sono stato aggredito e picchiato, ho afferrato una bottiglia spezzata per difendermi ma quel mio connazionale mi è venuto addosso”. Sono le parole del 39 anni, marocchino arrestato dai carabinieri nella notte fra sabato e domenica a piazzale Marconi con l’accusa di tentato omicidio, tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Il nordafricano è stato sentito nel corso dell’udienza di convalida dell’arresto dal Giudice Giuseppe Bersani ed ha risposto a tutte le domande dicendo di essere innocente. Il giudice, evidentemente non convinto dalle dichiarazioni del nordafricano, ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere per l’accusato.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE