Controlli notturni lungo i fiumi, sei sanzioni a pescatori irregolari

11 ottobre 2014

20141006_180821 (6)

Nonostante l’estate sia ormai finita, continuano i controlli di vigilanza notturni della Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (Fipsas) di Piacenza lungo l’asta del fiume Po: su 25 persone fermate, sono sei i verbali elevati ai pescatori irregolari. E spunta pure uno scarico di rifiuti.

I guardapesca della Fipsas – dieci in tutto – sono usciti lo scorso venerdì e sabato, dalle 19.30 alle 3 di notte. Si è trattato di un servizio congiunto tra la sezione di Piacenza (con il responsabile Alessandro Gambazza) e quella di Cremona (con Gian Pietro Pederneschi). Muniti di veicoli e di due natanti di servizio, hanno passato al setaccio la zona della Bassa tra Villanova, Soarza, Castelvetro, Cremona, Isola Serafini e le varie lanche morte del fiume Po. In tutto, sono stati controllati 25 pescatori, venti di nazionalità romena o ungherese e cinque italiani (dalle province di Bergamo e Brescia). Sei i verbali a carico di altrettanti romeni, per pesca senza licenza, violazione delle norme prescritte sulla pesca alla carpa e abbandono dei rifiuti sul posto.

Infatti, alla lanca di Isola Serafini, in comune di Monticelli, i guardapesca hanno accertato uno scarico di bottiglie di plastica e vetro, residui alimentali e dell’attività di pesca, borse e sacchi di plastica, ma anche mobilia e un seggiolino. Per quanto riguarda quest’ultimo episodio, il responsabile Fipsas Gambazza ha inoltrato la segnalazione all’Arpa, alla Polizia Provinciale, al Corpo Forestale dello Stato e all’ufficio ambiente del comune di Monticelli d’Ongina.

20141006_181606 (5)

20141006_181628 (3)

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE