Piacenza

Bobbio, frazioni evacuate. Voragini sulla 45, tracima lago a Piozzano

15 novembre 2014

IMG_2168

Drammatica la situazione di Bobbio dove si è rischiata l’esondazione del torrente Bobbio. I canali della Valpenice non hanno tenuto e diverse strade sono allagate. Diverse frazioni sono rimaste isolate e alcuni abitanti evacuati. Tra Rivergaro e Travo in alcuni tratti della Statale 45 sono presenti pericolose cascate d’acqua. Lunedi è previsto il sopralluogo del ministro Galletti. Il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali ha dichiarato che non aveva mai visto niente di simile, “questa situazione – ha aggiunto – è peggiore rispetto all’alluvione del 1999”. Federico Beccia, sindaco di Ottone ha dichiarato che sulla Statale 45 nel suo comune si sono aperte almeno 3 pericolose voragini.

Nel frattempo a Piozzano, i pompieri sono intervenuti nella frazione di San Gabriele dove un lago artificiale è tracimato con l’acqua che ha invaso la carreggiata di Strada Ripe. I vigili del fuoco hanno operato attraverso l’utilizzo di idrovore.

Pesantissima la situazione a Castelsangiovanni dove sono segnalati numerosi allagamenti in cantine e garage sotterranei.

Alla luce della grande emergenza e alle possibili criticità di carattere idrogeologico per il territorio, il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi, attraverso i social network, ha invitato i cittadini a segnalare eventuali situazioni di pericolo telefonando al numero verde urgenze 800 759973.

Notizia delle 15

Sono numerosi gli interventi dei vigili del fuoco nelle ultime ore a causa della forte ondata di maltempo che sta interessando il Piacentino. Da questa mattina il lavoro dei pompieri si è concentrato su alberi pericolanti e allagamenti. Ora i vigili del fuoco si stanno recando a Pontedellolio, dove si segnala un cedimento di un argine del Nure con forti disagi nella zona del centro sportivo, che sarebbe invaso dall’acqua. Impianto inondato dalle precipitazioni anche a Bobbio. Criticità si sono registrate nel primo pomeriggio anche sulla salita al Bagnolo da Niviano, dove sono cadute diverse piante.
Allagamenti, inoltre, nella zona di Creta di Castelsangiovanni e nei pressi dell’ospedale, sulle prime colline.
Infine a Borghetto risulta invaso dall’acqua un sottopasso dell’Alta Velocità: una cascina sarebbe isolata.

NOTIZIA DELLE 10 – È scattata questa mattina alle 6 la nuova allerta meteo lanciata dalla Protezione civile che proseguirà fino alla mezzanotte di martedi con criticità idraulica e idrogeologica di livello due sia per la pianura di Piacenza e Parma, sia per i bacini di Trebbia e Taro. Quest’ultima area, in particolare, sarà interessata da una criticità di livello uno per quanto riguarda l’intensità del vento e dei fenomeni piovosi e temporaleschi.

Nelle 66 ore cui fa riferimento l’avviso regionale, le perturbazioni maggiori si prevedono per la giornata di oggi con rovesci di forte intensità, mentre per domenica il maltempo dovrebbe attenuarsi per poi peggiorare nuovamente lunedì, con nuove precipitazioni che al momento si stimano moderate con rovesci temporaleschi in alcune zone.

Con l’attivazione della fase di attenzione, l’Agenzia emiliana-romagnola della Protezione Civile invita a consultare il portale web regionale, gli avvisi sull’evolversi della situazione, nonché il documento sui consigli alla popolazione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE