Piacenza

Il Po verso gli 8 metri. Disagi in provincia. Nuova allerta

16 novembre 2014

20141116-111827.jpg

Il livello del Po, alle 23, ha raggiunto i 7 metri e 30 centimetri di altezza con quota otto che dovrebbe essere raggiunta nel corso della mattinata di lunedì.
Preoccupano i “muscoli” del Grande Fiume, ma soprattutto le pessime condizioni meteo previste per le prossime ore. È infatti scattato l’allarme a causa dell’arrivo di nuovi temporali che ha spinto le Ferrovie dello Stato ad attivare presidi manutentivi e attività di sorveglianza lungo tutta la tratta Piacenza-Bologna. Per garantire la mobilità in caso di interruzione della linea ferroviaria, nelle stazioni di Piacenza e Ferrara, Trenitalia ha predisposto un servizio di autobus sostitutivi da utilizzare in caso di emergenza.

Aggiornamento
Oggi, in Prefettura alle 15,30, si è svolta una riunione presieduta dal Viceprefetto Vicario Elio Faillaci, per esaminare la situazione collegata alla piena del fiume Po, anche alla luce dell’aggiornamento della fase di allarme, diramata in data odierna dal’Agenzia Regionale di Protezione Civile.
Erano presenti i sindaci dei comuni di Calendasco, Castelsangiovanni, Castevetro, Monticelli e Villanova, nonché i rappresentanti dei comuni di Rottofreno, Sarmato, Piacenza, delle Forze di Polizia, dell’Amministrazione provinciale, dell’AIPO, del Servizio Tecnico dei Bacini, del Consorzio di Bonifica, della Rete ferroviaria italiana e del Coordinamento di Protezione Civile.
Nel corso dell’incontro, l’ingegnere Valente di AIPO ha comunicato che l’attuale valore del Po a Piacenza è di m 6,91 e lo stesso prevede che il colmo della piena dovrebbe verificarsi nel Capoluogo nella mattinata di domani con valori intorno ai m. 7,80/7,90.
Lo stesso Valente ha richiamato l’attenzione dei Sindaci sull’opportunità di disporre lo sgombero e l’evacuazione delle persone presenti nelle aree golenali.

Aggiornamento
Prosegue il monitoraggio del Po il cui livello, alle 16, ha raggiunto i 7 metri esatti. Domattina è previsto il colmo del Grande Fiume che sfiorerà gli 8 metri. Nel frattempo sono state chiuse al transito via Nino Bixio e via del Pontiere. I disagi proseguono anche in provincia, a Vallarsa (Gragnano) un’abitazione è stata allagata.

Aggiornamento
Le violente piogge di ieri hanno creato grossi problemi anche nel Piacentino e l’attività dei vigili del fuoco e della protezione civile è proseguita durante la notte. Il Po è in piena, ha superato il livello di guardia e raggiunto alle 8 a Piacenza 6.46 metri. Secondo gli esperti di Aipo crescerà ancora. Nelle foto, la situazione in località Pievetta di Castelsangiovanni dove il locale Chalet del Gallo è stato invaso dall’acqua.
Intorno all’una i disagi si sono verificati a Gragnanino sulla strada per Borgonovo, dove l’acqua che aveva già invaso i campi adiacenti ha allagato la carreggiata. La situazione è ancora monitorata, ma è migliorata grazie al cessare delle precipitazioni. Nelle prime ore del mattino una frana ha in parte ingombrato la strada che da Ferriere va a Perotti. Verrà transennata nelle prossime ore. Ieri è stata una vera e propria giornata di passione, soprattutto in alta Valtrebbia: il torrente Bobbio è straripato, alcune frazioni sono rimaste isolate, alcuni anziani sono stati evacuati e la statale 45 presenta un cedimento ad Ottone. Si procede a senso unico alternato.
Nel corso della mattinata, gli operai dell’Anas hanno effettuato alcuni interventi di manutenzione, liberando i canali di scolo ostruiti da fango e detriti a margine della carreggiata della Statale 45. Domani mattina è previsto un sopralluogo del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del territorio, Gianluca Galletti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE