Disabilità, la fondazione Pia Pozzoli: “C’è bisogno di condomini solidali”

3 dicembre 2014

Disabilita fondazione Pia Pozzoli (1)-800

Da “semplice” sportello di ascolto a vero e proprio sportello delle attività. L’obiettivo 2015 della Fondazione Pia Pozzoli è quello di ampliare i servizi rivolti ai familiari di persone disabili per creare una rete di genitori che possano confrontarsi fra loro e sostenersi: “Abbiamo bisogno di raggiungere quanti più genitori possibile perché molti non conoscono le possibilità offerte dalla nostra Onlus – hanno detto la presidente Vittoria Albonetti e la psicologa Ilaria Fontana -. Il nostro intento è quello di formare i genitori al dopo e cioè al momento in cui i figli chiederanno maggiore indipendenza e magari vorranno andare a vivere da soli”.

Per questo motivo la Fondazione lancia un appello: “Dobbiamo riuscire a fare rete con le istituzioni, con le associazioni e con le cooperative per creare delle alternative agli istituti – hanno detto -. Piacenza ha bisogno di appartamenti, case famiglia e condomini solidali, adatti ad ospitare persone disabili”.

La Fondazione Pia Pozzoli torna a parlare pubblicamente della disabilità in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone disabili. Lo ha fatto questo mattina nella sede dello sportello di ascolto di via Alberoni 39.

Disabilita fondazione Pia Pozzoli (2)-800

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE