Piacenza

Provincia, dipendenti in stato di agitazione. Rischio esuberi

4 dicembre 2014

palazzo della Provincia

Dipendenti della Provincia a rischio esuberi e licenziamenti. L’ultimo emendamento infilato nella Legge di Stabilità prevede che il 50 per cento del personale venga trasferito a Regioni, Comuni e uffici periferici dello Stato. Si apre anche tutto il nodo dei precari, che oggi gestiscono ad esempio  il Centro per l’impiego e che, nonostante siano da 15 anni “dipendenti” a tutti gli effetti, dovrebbero vedere il proprio contratto non rinnovato già dal 31 dicembre. Forte preoccupazione è stata espressa da tutte le organizzazioni sindacali, Cgil, Cisl e Uil. “Si rischia il dramma sociale”, ha detto Fausto Modenesi (Cgil). “Sono finiti i tempi dei rinvii”, ha aggiunto Marco Orlandi (Cisl). “Basta proclamare solo lo stato di agitazione, è ora di farla davvero, questa agitazione”, ha concluso Paolo Campioni (Usb).

In mattinata un sit-in di protesta davanti alla sede della prefettura, l’assemblea ha proclamato lo stato di agitazione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Economia e Politica Foto Gallery Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE