Lo scalabriniano Dal Bianco a Rivergaro: “Non bisogna avere paura dell’altro”

17 dicembre 2014

20141216-210612.jpg

Lo scalabriniano Luigi Dal Bianco, nato nel 1942 a Bassano del Grappa, è il nuovo padre del santuario della Beata Vergine del Castello, che domina tutta Rivergaro.

La vita di Dal Bianco è stata caratterizzata dall’incontro con l’altro, e, in linea con la vocazione scalabriniana, dall’accoglienza ai tanti migranti in difficoltà. “Sono stato in luoghi dove si contavano fino a 67 nazionalità diverse, non era facile, ma lo scambio culturale, in un’ottica di fede, mi ha portato a capire, a vedere con occhi diversi”.

A Rivergaro sembra che nelle prossime settimane arriveranno una ventina di profughi dal nord Africa. Ma non sono già mancate le prime proteste dei cittadini. “È l’effetto della paura – spiega padre Luigi -. La paura porta a chiudersi, a non voler conoscere l’altro, a non riconoscere le sue difficoltà”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE