Discarica alla ex Pertite, il Comune rilancia l’azione civile

04 Gennaio 2015

Rilievi dei tecnici alla ex Pertite

Discarica alla ex Pertite, il Comune va avanti. Nel 2012 l’amministrazione aveva deciso di promuovere un’azione civile, che prevedeva una richiesta di risarcimento di 10 milioni di euro per i danni ambientali e di immagine subiti dalla comunità piacentina a seguito della creazione nella area di una discarica abusiva di rifiuti pericolosi. Nelle scorse settimane tutti gli imputati erano usciti dal processo penale per prescrizione, ma Legambiente, Comitato Pertite, Cgil e Usb a inizio dicembre avevano presentato un esposto alla Corte dei Conti di Bologna con l’obiettivo di ottenere un risarcimento, sollecitando anche Palazzo Mercanti a proseguire con l’azione civile. Così ha deciso la giunta, con una variazione importante: visto che l’amministrazione ha citato in giudizio anche il ministero della Difesa, la competenza giurisdizionale non è in capo a Piacenza, ma al Tribunale di Bologna, dove ha sede l’Avvocatura dello Stato. Il Comune ha quindi deliberato di proseguire con la causa, promuovendo l’azione civile anche presso il tribunale bolognese.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà