Pertite, il comitato torna alla carica: “Parco pubblico, silenzio totale dal Comune”

12 Giugno 2021

“Se non ora, quando?”. Il comitato civico per il parco della Pertite torna alla carica, in una conferenza stampa organizzata stamattina (12 giugno) in via Primo Maggio: “Esattamente dieci anni fa, circa 30mila piacentini votarono sì al referendum che chiedeva di trasformare l’ex area militare in un grande spazio verde aperto alla cittadinanza. Purtroppo, però, di passi in avanti ne sono stati fatti pochi”, rimarca la presidente Maria Pia Romano. La quale, affiancata dai militanti ambientalisti del gruppo, chiede all’amministrazione comunale di portare a termine questo impegno: “La Giunta Barbieri sta per scadere, e ha poco tempo a disposizione per concretizzare la promessa di un parco urbano nell’ex Pertite. Ci aspettavamo di più, ma abbiamo ancora fiducia”.

I nodi da sciogliere, in buona sostanza, restano lo spostamento della pista per i carri armati e la bonifica del terreno: “Problemi tuttora irrisolti – rileva Romano – anche se, nell’ultimo incontro del 2020 con il sindaco e l’assessore all’urbanistica, la soluzione sembrava vicina: il ministero della difesa aveva individuato, ma non ancora comunicato, l’area dove ubicare la nuova pista carri e, per quanto riguarda il suolo, non risultavano inquinanti gravi. Da allora il silenzio”. Il comitato, adesso, vuole risposte. “Anzi, fatti concreti – incalza Giuseppe Castelnuovo – perché il parco pubblico nell’ex Pertite porterebbe enormi benefici anche all’ecosistema urbano, colpito dall’inquinamento”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2021 Editoriale Libertà