Alberi pericolosi, otto abbattimenti in città nei prossimi giorni

04 Febbraio 2015

Un albero da abbattere

Un albero da abbattere

Saranno rimossi nei prossimi giorni, per prevenire possibili danni e infortuni, otto esemplari di alberi a rischio di schianto nelle aree verdi di alcune scuole cittadine, le cui condizioni attuali comportano forti rischi per l’incolumità dei bambini e di tutti i fruitori.
Si tratta di una betulla affetta da carie al colletto nel giardino della scuola materna Carella in via Labò, dove – nella sezione della scuola elementare – verranno abbattuti anche un pioppo e due pruni per presenza di carie, carpofori e seccumi. Altre tre piante, due tigli e un abete, saranno rimosse dal giardino del nido Astamblam in via Guarnaschelli a causa di carie, cavità e carpofori sul fusto, nonché per seccumi sulla chioma. Infine, verrà abbattuta una betulla nell’area della scuola media Carducci, in via Damiani, per seccumi e carie diffusi sulla chioma.
“Gli esemplari in questione – spiega l’assessore all’Ambiente Giorgio Cisini – rientrano tra i 97 analizzati nei mesi scorsi, a seguito del Piano per la sicurezza delle alberature comunali stilato dall’Ufficio Verde. Anche quest’anno – conclude l’assessore – la Regione ha assegnato al Comune di Piacenza 3.500 alberi e arbusti forestali, di cui 1.000 saranno destinati all’obbligo di legge che prevede la piantumazione di un nuovo esemplare per ogni bambino registrato all’anagrafe o adottato, mentre i restanti saranno distribuiti gratuitamente alla cittadinanza entro la metà di marzo”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà