A21 Piacenza-Brescia, due offerte. Speranza per la tangenziale di Crocetta

05 Febbraio 2015

san polo tangenziale alla dx di chi sende da san giorgio

Oggi alle 12 scadeva il termine per la presentazione al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti delle offerte in risposta alla lettera di invito, trasmessa il 10 novembre scorso, ai quattro operatori economici prequalificati per l’affidamento della concessione dell’autostrada A21 Piacenza-Cremona-Brescia, attualmente in mano a Centropadane. Le buste arrivate sono due. “La Direzione generale competente – spiega il ministero – procederà alla nomina della commissione di gara per la valutazione delle offerte pervenute”. L’importo complessivo degli investimenti previsti dalla concessione, di durata non superiore a 30 anni, è pari a 683 milioni di euro. Tra questi rientrano anche quelli che interessano il nostro territorio, ovvero la tangenziale Crocetta-San Polo, ferma da tre anni al 33 per cento del cantiere. “E’ sicuramente un ulteriore risultato che consente di aprire al mercato il settore delle concessioni autostradali, con investimenti di significativa entità – aggiunge il ministero – e fugare ogni dubbio alla Commissione Europea che nell’autunno scorso ha chiesto informazioni sullo stato della procedura”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà