Muri “sfilati” come fossero lego: a Gragnano rubati attrezzi e gomme

22 Aprile 2015

buco nel muro

Nemmeno i muri di cinta in cemento che solitamente circondano fabbricati industriali, rappresentano più un ostacolo per i ladri. Questa volta i soliti ignoti hanno preso di mira la zona industriale di Gragnano dove, la notte scorsa, hanno prima sottratto un furgone sistemato nel capannone della A2A, ditta che si occupa della distribuzione del gas. Sfruttando la pista ciclabile che corre lungo il retro dei fabbricati, al riparo da occhi indiscreti e nella totale oscurità, hanno concentrato le loro attenzioni sull’officina meccanica situata a poche centinaia di metri. Qui, dopo aver sfilato i tre “lastroni” che compongono il muro di cinta, hanno fatto razzia di gomme, cerchioni e attrezzi: il bottino è di svariate migliaia di euro. Il titolare della ditta ha commentato in questo modo l’episodio: “Non ho il coraggio di effettuare l’inventario di quanto è stato rubato”. Sul fatto indagano i carabinieri di San Nicolò.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà