Alpini, Adunata a L’Aquila: festa in tutte le frazioni per i volontari

16 Maggio 2015

IMG_9137

Non sarà di certo un po’ di pioggia a rovinare l’88esima Adunata nazionale degli alpini. L’Aquila si è risvegliata sotto l’acqua ma nulla può fermare l’ondata di allegria portata dalle Penne nere nel capoluogo abruzzese così duramente colpito dal terremoto del 2009. I segni del dramma ci sono ancora ma la città ha voglia di tornare a vivere e gli alpini, tra i più attivi nell’opera di ricostruzione, hanno voluto portare ancora una volta un segno forte di vicinanza alle popolazioni in difficoltà. Mille i piacentini che stanno raggiungendo L’Aquila in queste ore. La sfilata della sezione piacentina è in programma domani dalle 14.30.
Nel frattempo gli uomini della Protezione civile hanno sistemato parco Paoli, nei pressi della Casa dello studente e il parco del castello de L’Aquila.
“Qui si respira alpinità – ha dichiarato Roberto Lupi, presidente degli Alpini piacentini raggiunto telefonicamente – c’è la sede del 9° Reggimento e tutti hanno un amico o un parente alpino”. “Fa un certo effetto tornare qui dopo il sisma del 2009 – aggiunge Maurizio Franchi della Protezione Civile dell’Ana – la ricostruzione è molto lenta. Per i volontari che lavorarono nei giorni seguenti al terremoto sono state organizzate feste in tutte le frazioni”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà